Seleziona una pagina

Il Bollettino Colture Erbacee n. 54 edito da Veneto Agricoltura informa che, in base al modello di Davis e ai riscontri di campo, sull’intero territorio regionale si sta completando lo sviluppo larvale delle popolazioni di diabrotica.

Il danno radicale ha raggiunto o sta raggiungendo il suo massimo e pertanto in questi giorni vi è la massima suscettibilità alle ginocchiature e agli allettamenti delle piante di mais interessate da alte popolazioni; d’ora in avanti questo rischio tenderà progressivamente a diminuire per lo sviluppo di ricacci negli apparati radicali danneggiati. È all’inizio lo sfarfallamento degli adulti (in base al modello di Novatzky la popolazione, in progressivo aumento, è costituita ancora per la gran parte da maschi). Secondo Veneto Agricoltura è opportuno pertanto:

Nelle zone con elevate popolazioni già accertate il monitoraggio è opportuno su tutti gli appezzamenti a mais (compresi quelli al primo anno potenzialmente interessati alla risemina della stessa coltura) poiché, con alti livelli della densità di adulti, gli spostamenti di questi sono cospicui e la probabilità di avere molti adulti è comunque apprezzabile.